Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Casa ecologica e mediatori immobiliari

| di Maria Luisa Abate
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

II mercato immobiliare è sempre più in sofferenza per la cronica carenza di danaro e, soprattutto, per il rifiuto delle banche a concedere mutui.

Le compravendite abitative, nel 2013, si sono ridotte del 12,77% rispetto al 2012 che, a sua volta, aveva fatto registrare un livello analogo di riduzione del 12,49% rispetto al 2011.

Oggi, che il mercato immobiliare versa in condizioni di stagnazione, il consumatore sarà più informato ed esigente. La qualità sarà sempre di più un fattore decisivo per l'acquisto di una casa. Qualità del contesto in cui è posto l'immobile e di quella intrinseca della costruzione. Questi sono gli elementi che a parità di uguali immobili di uguale tipologia, offerti dal mercato, risultano vincenti.

Da un'indagine che la FIAIP e l'ENEA hanno svolto si è constatato che "… per  l'87% degli esperti del settore un'abitazione costruita con materiale eco-compatibile è un valore aggiunto e per il 72,2% il prezzo più sostenuto dell'immobile è giustificato dal risparmio energetico previsto".

La casa ecologica non è ancora considerata come quel bene  che ha la possibilità di avere un valore aggiunto nella compravendita. Effettivamente la coscienza ecologica e il concetto di sostenibilità sono ancora per i più poco chiari e soprattutto poco conosciuti,

Il risparmio energetico è noto per gli incentivi che lo Stato offre a chi ristruttura un immobile. Se si potessero intervistare tutti coloro che hanno utilizzato questi incentivi, pochi saprebbero dare una risposta concreta su che cosa significa risparmio energetico e quale valore questo abbia, sia a livello economico sia a livello ambientale, e quanto valore economico ha aggiunto all'abitazione.

Molte case sono vendute e locate con la certificazione APE (Attestato Prestazione Energetica) con classe energetica G, che significa essere quasi al limite del valore minimo relativo alla qualità degli impianti.

La coscienza ecologica è ancora troppo bassa e se, oltre agli importanti benefici economici, non si pensa a formarla non ci sarà un vero miglioramento della qualità della vita.

Come si può fare a formare una coscienza ecologica? Informando le persone e proponendo abitazioni con requisiti di sostenibilità e anche economicamente più validi per la commercializzazione.

Il mercato immobiliare, come ogni compravendita, si basa sul principio fondamentale della domanda e dell'offerta.

Gli agenti immobiliari possono partecipare attivamente a far conoscere le case ecologiche offrendole e creando di conseguenza la domanda.

La FIAIP porrà queste domande e darà risposte e informazioni durante il Convegno che si Terrà l'11 dicembre alle ore 15.00 presso la Confindustria di Pescara.

Il titolo del Convegno sarà: CONSULENZA DI IMMAGINE IMMOBILIARE SINERGIE DI PROFESSIONISTI A SERVIZIO DELLA VENDITA PER UN MERCATO CHE CAMBIA

La partecipazione è aperta a tutte le persone interessate che si possono prenotare presso la segreteria all'indirizzo posto a piè pagina della locandina.

Maria Luisa Abate

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK