Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Accadde oggi: 9 anni fa la scomparsa del team manager del Pescara Vincenzo Zucchini

Condividi su:

Sono passati esattamente 9 anni dalla scomparsa di Vincenzo Zucchini, storico team manager, capitano e bandiera del Pescara.

Nato a Ferrara nel 1947, Zucchini cresce nel settore giovanile della Tevere Roma per poi militare nella Fiorentina, Pietrasanta Marina, Ascoli, Savona, Avellino per poi giungere a Pescara, dove con il club biancazzurro conquistò prima la promozione in Serie B nella stagione 1974 poi, insieme ai compagni Bruno Nobili e Giorgio Repetto due storiche promozioni in Serie A (nelle stagioni 1976-77 con Giancarlo Cadè e nella stagione 1978-79 con Antonio Angelillo).

Nella stagione 1978-79 chiusa con la retrocessione in Serie B, Zucchini conquistò nella massima serie 29 presenze e 4 gol. Conclusa la parentesi pescarese Zucchini si trasferì alla Lazio per poi chiudere la carriera da giocatore nel Vicenza e Salernitana.

Appesi gli scarpini al chiodo Zucchini intraprese la carriera da allenatore, tutte esperienze in Abruzzo. Prima nel Chieti poi Sulmona e Pescara, dove nel 1993 (Serie A) prese il posto dell'esonerato Galeone. La stagione si chiuse con una retrocessione in Serie B ma ottenne due vittorie contro Napoli (3-0) e Juventus (5-1).

Dal 2009 al 2013, anno della sua morte, ricoprì il ruolo di Team Manager all'interno del Pescara conquistando nel 2010 una promozione in Serie B con Eusebio Di Francesco in panchina e nel 2012 una promozione in Serie A con Zdenek Zeman.  

A seguito della sua scomparsa il Pescara decise di ritirare definitivamente la maglia numero 4, indossata dallo stesso Zucchini durante la sua militanza da calciatore in Abruzzo. 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook